“HISTOIRE DES VAMPIRES” – Grand Guignol De Milan

Svuota
Categoria: Tag:

Descrizione

«Roma, anno Domini 1743
Diffondendosi a guisa d’ un morbo pestifero fra la gente,
erano ripieni i sepolcri e i cimiteri di vampiri, e quasi desolate le provincie de abitatori, parte estinti, e parte altrove fuggendo per sottrarsi all’influenza de sì orribili e spaventosi fenomeni!
Giuseppe Davanzati
Arcivescovo di Trani»

Dopo il successo di «De Sade Inferno», «Simone Pianetti, il Diavolo Anarchico» e «L’Ombra dell’Alchimista», la Compagnia che ha riportato in italia il Grand Guignol dopo 68 anni, torna a gran richiesta ed in via del tutto eccezionale con uno spettacolo dedicato ai più affascinanti protagonisti della letteratura e del cinema horror:

HISTOIRE DES VAMPIRES!

Vi racconteremo alcuni tra i più celebri, misteriosi e vociferati casi di cronaca nera che hanno creato nei secoli il mito del vampiro, consacrandolo alla vera immortalità.

Per l’occasione il Teatro Petrolini accoglierà i figli della notte e ed i curiosi che accorreranno per condividere con i protagonisti dello spettacolo misteriose storie e sì, probabilmente anche un’orribile sorte…

Se non avete mai riso della morte, imparerete a farlo!

Orari

Venerdì 1 luglio ore 20,30

Sabato 2 luglio ore 20,30

Domenica 3 aprile ore 19,00

Vi informiamo che per assistere allo spettacolo è necessario essere in possesso del GREEN PASS

Dove

Teatro Petrolini

Via Rubattino 5, Roma – Zona Testaccio

Come arrivare

Telefono : 065757488

Email : info@teatropetrolini.it

 

La compagnia del “Grand Guignol De Milan”

Nasce nel 2012 come progetto dell’Associazione Convivio d’Arte.

L’intento è riportare in scena l’antico teatro dell’orrore e della cronaca nera dopo la sua ultima rassegna italiana avvenuta nel 1946.

La compagnia milanese utilizza differenti tecniche (prosa, pantomima, commedia dell’arte) per raccontare storie di assassini, omicidi e oscure leggende popolari, anche in modo grottesco e ironico.

È riconosciuta ufficialmente come una delle 5 compagnie teatrali che rappresentano questo genere nel mondo.

“Se non sapete ridere della morte, vi insegneremo a farlo!”